lunedì 15 ottobre 2012

Zamparini a "La Zanzara": quello che i giornalisti non dicono

Questo blog non nasconde il fatto che sia nato per contrastare la classe giornalistica palermitana che in questi ultimi anni della gestione-Zamparini ha pensato solo a screditare la figura del presidente il primis e tutti le sue operazioni in un secondo momento. Non ne faccio di certo un mistero, ma quello che è uscito ultimamente è veramente vergognoso.

Premessa: durante la conferenza stampa di presentazione di Lo Monaco come nuovo AD, Zamparini disse ai giornalisti lì presenti di non cercarlo più per almeno sei mesi poiché voleva "sparire" per un po', sia per il bene del Palermo - troppo preso di mira - sia per dedicarsi all'attività politica con il suo Movimento per la Gente in vista delle prossime elezioni regionali.

Cosa accade: accade che il buon Maurizio non sa stare lontano dai microfoni, rendendo appetitoso ogni suo intervento in qualunque canale mediatico. Ci ha pensato "La Zanzara", programma radiofonico di Giuseppe Cruciani, noto ai più per esser stato un opinionista presso gli studi televisivi di Controcampo, a farlo tornare alla parola l'11 novembre, e i giornalisti non vedevano l'ora di travisare ad arte le sue parole per spiattellare qualsiasi cosa uscisse fuori dalla bocca del presidente.

Un normalissimo dibattito simil-comico, al limite della goliardia, è stato riportato - di proposito - in maniera parziale e faziosa come solo i giornalisti (professionisti?) sanno fare.
Lasciamo stare i passaggi sulla gnocca (beato lui che a 71 anni si diverte ancora) o sui zero euri nel conto in banca come liquidità (frase fraintesa da chi di economia è completamente all'asciutto, rendendosi ridicolo con assurdi commenti); quello che voglio sottolineare è un passaggio che nessuna fonte ha riportato, chissà perché. Ah, il perché è presto detto: le parole al miele del Presidente verso i suoi tifosi avrebbero stravolto i piani da chi sta scientificamente demolendo il Palermo Calcio da ogni punto di vista.

Di seguito il passaggio censurato dai mass media

Cruciani: Senta, ma lei il siciliano lo conosce?
Zamparini: No
C: Vero?
Z: Lo capisco
Ospite: Quando lei va in giro per i mercati, i mercati di Ballarò, ma lo capisce?
Z: È il mio pubblico, ed è la mia gente, è quello che di Palermo amo di più
C: Sono un po' incazzati recentemente, recentemente sono un po' incazzati, negli ultimi tempi
Z: Ma no, no, no. Allora: se voi seguite i siti dove cento tifosi scrivono... e, a Palermo mi vogliono tutti bene, perché hanno capito che sono una persona sincera, che ho dato il cuore per Palermo, e sarei bene... Passeggi a Palermo con me e se ne accorgerà. Perché non sono quelli che contestano tutto. Sa, quei ragazzotti che quando sono arrivato io avevano dodici anni, e non hanno visto il Palermo della Serie C, ora naturalmente vogliono tutto di più, per cui...

Zamparini, grazie per tutto ciò che hai fatto per noi, non ci abbandonare mai. Come te nessuno. Non mollare, tanto ormai tutti hanno capito, perfino tu, che i soliti contestatori sono dei poveracci che non caveranno mai nessun ragno dal buco.
Alla prossima vergogna contro il Palermo...

1 commento:

  1. I giornalisti di oggi sono incredibili...

    RispondiElimina